Tipologie di procedimento

Dlgs 14 marzo 2013, n. 33
articolo 35 Comma 1,2

Obblighi di pubblicazione relativi ai procedimenti amministrativi e ai controlli sulle dichiarazioni sostitutive e l\'acquisizione d\'ufficio dei dati

1. Le pubbliche amministrazioni pubblicano i dati relativi alle tipologie di procedimento di propria competenza. Per ciascuna tipologia di procedimento sono pubblicate le seguenti informazioni:
a) una breve descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili;
b) l\'unità organizzativa responsabile dell\'istruttoria;
c) l\'ufficio del procedimento, unitamente ai recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale, nonchè, ove diverso, l\'ufficio competente all\'adozione del provvedimento finale, con l\'indicazione del nome del responsabile dell\'ufficio, unitamente ai rispettivi recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale;
d) per i procedimenti ad istanza di parte, gli atti e i documenti da allegare all\'istanza e la modulistica necessaria, compresi i fac-simile per le autocertificazioni, anche se la produzione a corredo dell\'istanza è prevista da norme di legge, regolamenti o atti pubblicati nella Gazzetta Ufficiale, nonchè gli uffici ai quali rivolgersi per informazioni, gli orari e le modalità di accesso con indicazione degli indirizzi, dei recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale, a cui presentare le istanze;
e) le modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino;
f) il termine fissato in sede di disciplina normativa del procedimento per la conclusione con l\'adozione di un provvedimento espresso e ogni altro termine procedimentale rilevante;
g) i procedimenti per i quali il provvedimento dell\'amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell\'interessato, ovvero il procedimento puo\' concludersi con il silenzio assenso dell\'amministrazione;
h) gli strumenti di tutela, amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti dalla legge in favore dell\'interessato, nel corso del procedimento e nei confronti del provvedimento finale ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e i modi per attivarli;
i) il link di accesso al servizio on line, ove sia già disponibile in rete, o i tempi previsti per la sua attivazione;
l) le modalità per l\'effettuazione dei pagamenti eventualmente necessari, con le informazioni di cui all\'articolo 36;
m) il nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo, nonchè le modalità per attivare tale potere, con indicazione dei recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale;

2. Le pubbliche amministrazioni non possono richiedere l\'uso di moduli e formulari che non siano stati pubblicati; in caso di omessa pubblicazione, i relativi procedimenti possono essere avviati anche in assenza dei suddetti moduli o formulari. L\'amministrazione non può  respingere l\'istanza adducendo il mancato utilizzo dei moduli o formulari o la mancata produzione di tali atti o documenti, e deve invitare l\'istante a integrare la documentazione in un termine congruo. 

Cambio di residenza da altro Comune e Variazione di indirizzo nel Comune di Caserta.

Responsabile di procedimento: DI BERNARDO GIOVANNI
Responsabile di provvedimento: MASSI SALVATORE

Uffici responsabili

Anagrafe e toponomastica

Descrizione

Dichiarazione resa dall'interessato, entro 20 gg dal cambio effettivo di residenza sottoscritta da tutti i componenti maggiorenni del nucleo familiare (all. 1) e presentata:

  1. Direttamente allo sportello dell’ufficio anagrafe sito alla Via San Gennaro n. 10; ex Caserma Sacchi;
  2. Per raccomandata, indirizzata a: Comune di Caserta Ufficio Anagrafe – 81100 Caserta;
  3. Per via telematica all’indirizzo PEC postacertificata@pec.comune.caserta.it;

• Contestuale comunicazione d'avvio del procedimento e registrazione della dichiarazione ricevuta entro i 2 giorni lavorativi successivi;
• Accertamento del requisito della dimora abituale all'indirizzo dichiarato, da parte dei Vigili Urbani da effettuarsi entro 45 giorni dalla data della dichiarazione;
• In caso di accertamento con esito negativo, comunicazione dei motivi ostativi all'accoglimento della richiesta di cambio di residenza, ai sensi dell’art. 10 bis della legge n.241/90;
• Ricevimento eventuali osservazioni e documenti;
• Eventuale presentazione di ricorso al Prefetto avverso il provvedimento di diniego;
• Chiusura definitiva della pratica entro 45 giorni dalla dichiarazione resa o inviata, decorsi i quali, qualora non vengano comunicati all’interessato gli eventuali requisiti mancanti o gli esiti negativi degli accertamenti svolti, ai sensi dell’art. 10 bis della legge n. 241/90, quanto dichiarato si considera conforme alla situazione di fatto in essere alla data della dichiarazione, ai sensi dell’art. 20 della legge n. 241/90, che disciplina l’istituto del silenzio- assenso;
• In caso di dichiarazioni non corrispondenti al vero si applicano gli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000, i quali dispongono rispettivamente la decadenza dai benefici acquisiti per effetto della dichiarazione, nonché il rilievo penale della dichiarazione mendace. Rimane valida la disposizione di cui all’art. 19, c. 3 del D.P.R. n. 223/1989 secondo la quale, ove nel corso degli accertamenti emergano discordanze con la dichiarazione resa da chi richiede l’iscrizione anagrafica, l’ufficiale di anagrafe segnala quanto è emerso alla competente autorità di pubblica sicurezza.


Documenti necessari
Dichiarazione (all. 1) corredata da:

  • Copia documento di riconoscimento in corso di validità di tutti i componenti del nucleo familiare;
  • Copia codice fiscale di tutti i componenti del nucleo familiare;
  • Copia patente e libretto di circolazione di vetture e/o motocicli, se posseduti.
  • Copia titolo di proprietà dell'appartamento e/o contratto di fitto
  • Copia richiesta allaccio ENEL o altri fornitori di Energia Elettrica
  • Copia attestazione iscrizione ruoli tributi comune Caserta (TARSU)

Gli orari dell'Ufficio in tempo Ordinario sono:

CAMBIO DI RESIDENZA DA ALTRO COMUNE;

Lunedì , Mercoledì e Venerdì dalla ore 09,00 alle ore 12,00
Martedì e Giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00

VARIAZIONE DI INDIRIZZO NEL COMUNE DI CASERTA;

Lunedì , Mercoledì e Venerdì dalla ore 09,00 alle ore 12,00
Martedì e Giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00

N.B. - GLI ORARI DELL'UFFICIO IN OCCASIONE DEL COVID 19 FINO AL 31 LUGLIO 2020 SONO:

LUNEDI' - MERCOLEDI' - VENERDI'  dalle ore 9,00 alle ore 12,00

MARTEDI' - GIOVEDI'  dalle ore 15,00 alle ore 17,00

TUTTI GLI ATTI SOPRA CITATI DEVONO ESSERE RECAPITATI PER POSTA ELETTRONICA AI SEGUENTI INDIRIZZI:

postacertificata@pec.comune.caserta.it

settore.servizi.demografici@comune.caserta.it

 

 

 

 

 

 


 

Chi contattare

Personale da contattare: DI BERNARDO GIOVANNI

Termine di conclusione

Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: si
Registrazione pratica entro 2 giorni lavorativi dalla data di presentazione della dichiarazione. Chiusura definitiva della pratica entro 45 giorni dalla dichiarazione.

Costi per l'utenza

Nessun costo.

Riferimenti normativi

Legge n. 1228 del 24.12.1953;
Decreto del Presidente della Repubblica n. 223 del 30.05.1989;
Legge n. 241 del 07.08.1990, e successive modificazioni;
Decreto legge n. 5 del 09.02.2012, convertito in legge n. 35 del 04.04.2012;
Circolare Ministero dell’interno n. 9 del 27.04.2012.
 

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: attivo
Se non hai trovato i documenti o le informazioni oggetto di pubblicazione obbligatoria, puoi presentare istanza di accesso civico
Facebook Twitter Linkedin
Recapiti e contatti
Piazza Vanvitelli - 81100 Caserta (CE)
PEC postacertificata@pec.comune.caserta.it
Centralino 0823273289 - 0823273290
P. IVA 00100110618
Linee guida di design per i servizi web della PA
Seguici su:

Servizio tecnico a cura dell' Ufficio ICT della Città di Caserta

Dichiarazione di accessibilità